La storia di Polo, un eroe che merita di essere conosciuto

Che il cane sia il migliore amico dell’uomo è risaputo e più volte è stato dimostrato che è più che degno di questo titolo. Ma la storia che vogliamo raccontarvi oggi ha davvero dell’incredibile… tutto ebbe inizio quando la mamma che vedete nella foto di seguito, una donna di nome Erika Poremsk, rimase incinta.

La notizia portò tanta gioia nella sua vita, la sua unica preoccupazione era Polo, il cagnolino di famiglia, che lei aveva sempre trattato come un figlio. Aveva paura di una sua reazione di gelosia verso la bambina una volta nata, ma quando arrivò il momento, accadde qualcosa che nessuno dimenticherà mai, qualcosa che ha segnato le loro vite per sempre….

Polo si è abituato subito alla presenza della bambina, ma non aveva mai dimostrato alcun sentimento verso di lei, questo fino a quel giorno… Viviana, questo il nome della piccola, aveva 8 mesi, quando un giorno, all’improvviso, si ritrovò a combattere per la vita. Mamma Erika aveva dimenticato qualcosa in auto ed era uscita nel piazzale per andarlo a prendere, quando improvvisamente le fiamme avvolsero la casa.

Non sapendo cosa fare entrò nel panico totale… provò ad entrare in casa per raggiungere il piano superiore dove c’era Viviana ma le fiamme si erano diffuse ovunque in un batter d’occhio.

“Sembrava tutto un brutto incubo. La sentivo piangere e non potevo raggiungerla, non potevo salvarla… anche i vicini mi hanno provato ad aiutare, hanno rotto le finestre ma era impossibile entrare. Alla fine i Vigili del fuoco arrivarono ma non sentivo più la mia Viviana piangere. Quello che ho provato non potete nemmeno immaginarlo. Hanno spento le fiamme e l’hanno trovata… non riuscivano a credere ai loro occhi, nessuno di noi ci riusciva.

Polo era sdraiato su di lei, la stava proteggendo con il suo stesso corpo, le era rimasto accanto, rischiando la vita e offrendo alle fiamme prima il suo corpo. Grazie a Polo è sopravvissuta e ha riportato solo leggere lesioni…. se non ci fosse stato lui, adesso sarebbe sicuramente morta. Ho riabbracciato la mia bambina ma Polo non ce l’ ha fatta. Ha dato la sua vita per salvare la mia bambina, io non lo dimenticherò mai.

Non ci sono parole per descrivervi come io mi senta, non esistono, lui è un eroe. E’ passato un anno da quel maledetto giorno e il dolore è ancora lì, vivo più che mai. Non ti dimenticherò mai Polo e ti prometto che il tuo ricordo rimarrà vivo per sempre. Viviana saprà che aveva un fratello che ha dato la sua stessa vita per lei. Ciao amore mio… ♥”

di Lisa