Buone notizie da Taiwan

Questa notizia di ultima ora ha lasciato tutti senza parole ma, stavolta, per la felicità: Il Taiwn è il primo paese asiatico a vietare il consumo della carne di cane o di gatto. Da adesso in poi, chi macellerà cani e gatti o venderà la loro carne sarà, addirittura, imprigionato. Sembra incredibile ma è così!

Tutti quei appelli internazionali, tutte le petizioni firmate, tutte le campagne fatte da persone più o meno conosciute sono servite a qualcosa. Finalmente in Taiwan cani e gatti non dovranno più avere paura! Il testo di legge approvato da Legislative Yuan, il ramo legislativo del governo di Taiwan, afferma che i trasgressori dovranno pagare una multa di 250,000 nuovi dollari Taiwanesi (pari a circa £6,500).

La stessa legge stabilisce che le persone trovate colpevoli per aver intenzionalmente maltrattato o torturato gli animali, saranno condannate a scontare 2 anni di prigione e pagare una multa di 2 milioni di Nuovi Dollari Taiwanesi (pari a circa £52,000). Chi ha già dei precedenti rischia pene ancora più dure. Nel testo di legge c’è anche un divieto che riguarda le persone che portano i cani al guinzaglio dalla macchina o dal motorino…

Secondo il , in alcune città del Taiwan c’era già il divieto di consumare la carne di cane… ma non c’erano leggi a riguardo. Tutti questi provvedimenti cambieranno il mondo di pensare il rapporto con questi animali e si spera che, in poco tempo, la popolazione comincerà a guardargli con gli altri occhi, considerandoli animali da compagnia e non più animali da macello.

Questa legge arriva in un momento delicato, a pochi mesi dal festival di Yulin e ci auguriamo che dia un forte segnale ai vari governi, costringendoli a mobilitarsi per difendere i diritti dei nostri amici animali. Si tratta di un passo avanti significativo e ci auguriamo che sia il primo di una lunga serie.

Condividete per dargli la giusta risonanza e per incoraggiare gli altri paesi asiatici ad allinearsi a questa nuova tendenza positiva!