Chihuahua vs dobermann. Chi vincerà?

Ultimamente si è parlato molto di cani mordaci e di razze pericolose e, come sempre, vengono additati gli stessi: pitbull, dobermann e pastore tedesco… ma fare di tutta un’erba un fascio è sbagliato. I cani, esattamente come le persone hanno ognuno la propria personalità e il loro comportamento viene influenzato anche dall’educazione che ricevono.

Non sempre cane grande significa cane aggressivo… anzi, succede il contrario: più sono grandi e meno sono aggressivi… Non credete? Vi invitiamo a guardare questo video. Il protagonista è un bellissimo chihuahua di nome Leon di 2 anni. Il suo proprietario ha filmato uno dei tanti episodi che avvengono ogni giorno nella sua famiglia e l’ha postato on line per dimostrare che, a volte, la fama di cani spietati attribuita ad alcune determinate razze non è giustificata dalla realtà.

Ecco il video

Leon, il chihuahua e Gza-Gra, il dobermann hanno ricevuto, entrambi, come premio, un bel osso da rosicchiare. Gza-Gza l’ha finito in un battibaleno mentre Leon, com’era da aspettare, ci ha messo molto di più. All’inizio il loro umano ha provato ad avvicinarsi a Leon ma il feroce chihuahua stava quasi per sbranarlo.

Poi Gza-Gza, dopo aver finito il suo osso, si è messo a guardare e Leon l’ha aggredito pure a lui per farlo allontanare. Il proprietario di Leon ha detto che il chihuahua fa così da quando è nato e che questo è il suo carattere: battagliero e senza paura ma ha ribadito che non ha mai morso nessuno.

Ha provato con alcuni educatori ma il piccolo non è mai cambiato. Normalmente non fa così ma si trasforma in una bestia feroce ogni volta che ha un osso da rosicchiare. Fortunatamente per lui Gza-Gza è un gigante buono e non ha mai risposto alle sue provocazioni.

Al contrario, il dobermann è molto protettivo nei suoi confronti e cerca la sua compagnia ogni volta che può. Possiamo notare che il piccolo chihuahua, nonostante il suo comportamento aggressivo, continua a scodinzolare e questo indica, secondo il parere del proprietario, che non si sente veramente minacciato.