Durante un’escursione in montagna videro una scena raccapricciante

Durante un’escursione in montagna, Andy e sua figlia Jessy, provenienti da Phoenix, videro una scena raccapricciante.

“Durante un’escursione, abbiamo trovato un pitbull di circa due anni. Era completamente immobile, gravemente ferito, si stava lasciando morire sul ciglio del sentiero. Io provai a dargli un po’ di acqua, ma era così esausto da non riuscire a neanche a bere”, racconta Andy.

Decisa a salvare la vita del cane, la donna lo prese in braccio e nonostante i suoi 18 chili, lo trasportò per quasi un chilometro giù da quella che sarebbe stata la sua valle di morte.

Jessy: “Quando la mamma prese il cane in braccio, pensai che l’avrebbe morsa, ma quando lo guardai negli occhi, mi resi conto che il suo sguardo era pieno di gratitudine, ci era grato perché lo stavamo salvando. Da lì mi resi conto di quanto fosse bello quel cane.”

Questa spiacevole situazione fece cambiare idea ad Andy, sulle calunnie che infamano questa razza. Portarono subito il cane ferito all’Arizona Humane Society. Poi andarono via, le due erano molto tristi, credevano che non l’avrebbero più rivisto, ma sapevano di averlo lasciato in buone mani.

“Non appena hanno portato il cane nel nostro studio veterinario, lo abbiamo visitato immediatamente. La diagnosi fu scioccante, aveva una ferita aperta sullo stomaco, ed era pieno frammenti di proiettili lungo la parte posteriore della schiena. Un proiettile era conficcato nella gola. Qualcuno aveva tentato di finirlo, nel più brutto dei modi”, racconta uno dei veterinari.

L’intervento di Andy e Jessy però, non solo gli salvo’ la vita, ma gli diede l’opportunità di averne una nuova proprio insieme a loro, perché alla fine tornarono a trovarlo ogni giorno e decisero di adottarlo.

Lo hanno chiamato Eliah e oggi non passa un solo giorno in cui non gli dimostrino cosa sia l’amore e in cui non lo aiutino a dimenticare quei brutti ricordi per sempre!