E’ diventato famoso come il cane spaghetto, effettivamente è così

Granada, Spagna. Barilla vagava da sola, strisciava praticamente per le strade della città. Il suo corpo era esile, visibilmente denutrito. Alcuni passanti, nel vederla, provarono quasi un senso di vomito….

Barilla è stata subito portata in un centro di soccorso veterinario specializzato. La pelosetta era talmente magra da non avere la forza di reggersi in piedi. Era talmente “sottile” che gli operatori hanno deciso di soprannominata “Barilla” , come una nota marca di spaghetti.

La cucciola era un mucchietto d’ossa e anche i suoi organi interni, purtroppo, erano vicini al collasso.

Pesava solo 7 kg, era collegato giorno e notte ad una flebo, il personale sapeva che in qualsiasi momento le condizioni sarebbero potute peggiorare.

Non aveva alcuna massa muscolare, riusciva a malapena a muovere  la testa e la coda. Le dita penetravano tra le ossa. La prognosi era negativa; ognuno di loro pensava che Barilla non sarebbe sopravvissuta.

Ma, il lavoro e le attenzioni costanti degli operatori della clinica, hanno consentito alla cucciola di recuperare benissimo, in appena sette settimane! Barilla è riuscita a prendere 4 kg, ma non era ancora sufficienti.

Non era in grado di stare in piedi, infatti, appena ci ha provato,  si scivolava a terra!!

Il tempo aveva evidenziato la bellezza del cane ed è emerso anche un carattere molto equilibrato e buono, questo aveva di fatto creato un rapporto speciale con Eduardo Rodriguez, il proprietario della clinica veterinaria. Oggi Barilla pesa 21 kg ed ha finalmente tutto l’amore che merita, lei ancora frequenta la clinica, adesso non è più una paziente, è una vera dipendente, Eduardo l’ha adottata, sono inseparabili!

di Redazione 2