Ecco perché i gatti impastano con le loro zampe

Non c’è niente da fare: quando un gattino ti salta in braccio e comincia a fare il pane, premendo alternativamente le zampe anteriori sul tuo grembo, è un momento davvero unico. Si dice che il gatto faccia l’impasto, perché sembra proprio che sotto le sue zampine ci sia della pasta da impastare. Lo sapete che è un gesto speciale.

L’azione di impastare nasce nel momento in cui nascono i gattini. La funzione è semplice: stimolare la produzione di latte nelle ghiandole mammarie delle madri. Il comportamento tipico dell’infanzia dei micini viene portato dietro anche in età adulta. Ma non è che il gatto lo fa per farci produrre il latte. Ci sono tanti modi con cui noi chiamiamo questo gesto: fare il pane, impastare, fare i biscotti, ma tutti indichiamo lo stesso atto di amore. Perché è proprio di amore che stiamo parlando. Di solito il gesto è accompagnato dalle fusa ed è seguito da un pisolino, comportamenti che osserviamo anche nei micini durante e dopo l’allattamento. Non sarebbe il primo comportamento felino portato nel mondo umano. Secondo l’ASPCA i gatti adulti non miagolano per gli altri gatti, ma per gli umani, mentre i micini lo fanno nei confronti del loro genitore. Quindi ti considerano come un genitore! È anche un gesto tipico di tutti i felini, che, prima di addormentarsi, calpestano per bene la zona dove hanno deciso di schiacciare un pisolino.

“Impastando erba alta o foglie, i gatti sono stati in grado di creare un posto comodo in cui sdraiarsi, e anche di controllare il terreno”, queste le parole degli esperti.

Quindi non solo potrebbero considerarci come i loro genitori ma anche come loro territorio da “marcare”.

O semplicemente ci considerano come il letto migliore dove dormire un sonno tranquillo al riparo dai pericoli.

Perché noi siamo la loro sicurezza!

di Pamela