‘Eravamo in montagna per una breve gita prima della maturità, abbiamo visto chiaramente quello che

” Nella mia vita ho avuto la fortuna più grande che si possa desiderare, una madre che mi ha trasmesso il profondo amore per gli animali e che mi ha sempre ripetuto che girarsi dall’altra parte ti rende complice!

Eravamo in montagna, stavamo facendo una gita, risate e tanta allegria sono state interrotte da un rumore, un “botto” di qualcosa che cadeva in acqua e una macchina che partiva. Abbiamo capito subito, i ragazzi hanno rincorso il tipo e noi siamo entrate nel ruscello fino a sotto il ponte, era incastrato tutto sotto…

Una busta chiusa con il nastro isolante, si sentivano dei lamenti…L’abbiamo portata a riva e una volta aperta abbiamo trovato loro…

Un maschietto, Zeus (musetto grigio) e una femminuccia, Mia (occhio nero). Belli che non si può raccontare, circa 45 giorni, tutti bagnati e morti di fame. Li abbiamo asciugati e nessuno sapeva cosa fare…Io si, lo sapevo benissimo, ho suonato a casa mia perchè non potevo aprire, avevo le mani occupate, mamma è rimasta senza parole ma un sorriso ha illuminato il suo viso e ha teso le braccia.

Da quel giorno sono passati due mesi, faccio la cameriera il fine settimana e, a mie spese ho spulciato sverminato e vaccinato entrambi, avrei voluto tenerli anche se ne ho altri 4 ma il mio maschio adulto non accetta Zeus, l’ha attaccato due volte. L’ho dovuto chiudere in cantina per proteggerlo ma lui ha diritto a una vita che qua non può avere. Se lo porto in canile lo prenderà qualche pecoraio e farà una fine ignobile, lui ama la pallina e le coccole, gioca anche con la micia ma purtroppo non può stare più o finirà in tragedia.

Mia dorme con me nel lettone, è più pelo che ciccia, ma una passata di spazzola e non sporca nulla. Zeus mi fa tanta pena, vorrebbe stare anche lui con noi, ogni volta che lo abbraccio si addormenta come un bimbo.

Diventerà un bel cagnolone di taglia grande, esiste qualcuno in questa bella Italia che può amarlo? E’ un cane da famiglia, morbido e pacioccone, vi ricompenserà con la sua simpatia e l’amore che ha da donare.

La volontaria che mi sta aiutando lo farà arrivare ovunque con la staffetta, centro e nord Italia 348 41 49 722, se non avete posto per lui almeno condividete, aiutatemi a trovare la sua mamma!”