Gatta randagia affida i suoi cuccioli a un uomo

Un giorno una mamma gatto ha portato i suoi cuccioli ai gradini della porta dell’uomo che ogni giorno nutriva la sua famiglia.

Ha lasciato lì i suoi cuccioli e non è mai più tornata: purtroppo solamente uno è riuscito a sopravvivere.

Quando l’uomo ha trovato i gattini alla sua porta, solo Prince era vivo: la mamma li ha lasciati lì perché sapeva che da sola non ce l’avrebbe fatta ad aiutarli, così li affidò a un uomo che conosceva bene e che si prendeva ogni giorno cura della sua famiglia.

Operation Fancy Fee, un rifugio di Evans, ha preso in cura i cuccioli, ma per le sorelline di Prince non ci fu nulla da fare: morirono la prima notte.

Era una situazione critica, coperti di vermi e mosche, pesavano poco, avevano 5 settimane ed erano quasi morti“. Gli occhi avevano infezioni gravi.

Prince, il piccolo gattino rosso, l’unico sopravvissuto, aveva anche la polmonite, non riusciva a sentire l’odore del cibo e non ci vedeva bene. Ma aveva voglia di vivere.

Aveva bisogno di cure continue, 24 ore su 24, così Kat decise di aiutare il piccolo gattino che doveva essere alimentato ogni ora con una siringa, fino a quando non avrebbe imparato a bere dal biberon.

Aveva bisogno di trattamenti per respirare, di clisteri, di trattamenti agli occhi che andavano puliti e medicati di continuo.

Prince è sempre stato sulla soglia della morte, proprio per le sue difficoltà respiratorie: ma Kat, aiutata dal suo cane Koda, si prese cura del felino.

Kat insegnò a Prince a bere da una ciotola, gli diede da mangiare e da bare e lo amò incondizionatamente fin dal primo incontro.

Pian pino le cose andavano meglio: Prince crescendo diventava più forte, ogni giorno stava un po’ meglio e ci vedeva meglio.

Non appena è stato possibile, è stato trasferito nella stanza dei gatti più grandi, dove un altro gatto, Kirby, lo ha preso sotto la sua ala per insegnarli a vivere.

Oggi Prince sta bene e un anno dopo ha trovato una casa, il suo primo benefattore. Oggi si chiama Tyrion!