Il commovente addio a Fado, il cane poliziotto di Viareggio

Se n’è andato in punta di piedi Fado, il cane poliziotto di Viareggio. Molti lo conoscevano ma pochi hanno saputo della sua scomparsa perché il dolore dei suoi colleghi umani era grande e non se la sono sentita di parlare subito di lui. Noi siamo arrivati a conoscenza appena adesso e abbiamo voluto dedicargli questo ricordo perché pensiamo che un cane come lui, un esempio di fedeltà e determinazione, merita di essere conosciuto da tutti.

Fado era un pastore tedesco nero, un bellissimo cucciolone che amava il suo lavoro e avrebbe fatto di tutto per i suoi colleghi umani. Lavorava nel reparto cinofile della polizia di Viareggio e aveva partecipato a tantissime operazioni. Riusciva sempre a trovare le sostanze stupefacenti abilmente nascoste dagli spacciatori. Con il suo aiuto la polizia di Viareggio è riuscita a bonificare la zona della Stazione, della pineta di ponente e Passeggiata.

Ecco il commovente video dedicato a questo eroe a 4 zampe

Il video che avete visto è un tributo a Fado ed è stato montato con le foto scattate da Letizia Tassinari

Fado lavorava anche durante il famoso carnevale di Viareggio e molte volte aveva aiutato la polizia a trovare ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti. Purtroppo, in seguito a un problema di salute Fado ha dovuto essere sottoposto a un intervento chirurgico. Nella sala operatoria è entrato tranquillo, con quel sguardo fiero e buono che tutti conoscevano. Mentre era sul tavolo chirurgico il suo cuore ha smesso di battere. Inutili i tentativi dei medici di rianimarlo. Il grande cuore di Fado l’ha tradito.

Commoventi le parole che il suo conduttore, collega e amico, Paolino Ambrosino, gli ha dedicato:

“Addio fratello mio, compagno di mille avventure, leale e fedele come nessuno. Mi mancherai tanto, finché avrò vita. Che la terra ti sia lieve”

Fado ha lavorato per tanti anni nel reparto Cinofili della Questura di Genova ma aveva partecipato a importanti missioni all’estero. Era dunque, un membro importante della squadra e la sua morte ha lasciato tutti sgomenti. Tutti parlano di lui con un nodo alla gola. Fado se n’è andato in silenzio, lasciando nel cuore dei suoi colleghi umani un vuoto incolmabile e spaventoso.

Noi ci uniamo ai suoi colleghi umani e gli auguriamo “buon ponte”. Di fatto, Fado, rimarrà per sempre nei nostri cuori per quello che ha fatto per noi umani. Arrivederci eroe, riprenditi le ali da angelo custode e proteggici da lassù.

 

Fonte: