“”Io sono Kala e lei è Keira. Abbiamo paura, ci hanno detto che questo potrebbe…”

Aiutare i cani in pericolo non è una cosa che fanno tutti. Ma una volontaria di Atlanta, un giorno è andata in un canile ed ha visto due cagnoline, Kala e Keira  che si abbracciavano e ha fatto subito una foto. Sapeva la fine che avrebbero fatto, il giorno dopo doveva essere preparate per l’eutanasia.

Dopo aver scattato la foto ha pensato di pubblicarla su Facebook scrivendo sul post:

“Io sono Kala e lei è Keira. Abbiamo paura, le persone che vivono intorno a noi ci hanno detto che questo potrebbe essere l’ultimo giorno di vita per noi. Abbiamo bisogno di qualcuno che ci adotti o saremo le prossime dei tanti dimenticati. Keira, la cagnolina nera accanto a me, mi dice di essere coraggiosa e che andrà tutto bene, ma io non credo che riuscirò ad esserlo, ho paura. 

Guardate i nostri visi, Keira sa cosa accadrà ed è pronta, si vede dai suoi occhi. Fa la tosta per me, ma io riesco a sentire il battito del suo cuore mentre sono aggrappata a lei. Se nessuno ci salverà, Keira sarà la prima. La vedrò allontanarsi mentre percorre il corridoio e non tornare mai più da me. Poi torneranno a prendermi e io non sarò così coraggiosa.

Ci siamo confortate ogni giorno da quando siamo qui. Lei mi ha dato la speranza quando non avevo più motivi per sperare. Ma adesso è finita… almeno che non ci sia qualcuno per noi.”

Ne giro di un ora il post è diventato virale e due ore dopo un ragazzo è andato a prenderle e le portate a casa con se. Voleva farle adottare, ma sapeva che non poteva separarle ed essendo due, la cosa non era facile.

Fino a quando, due mesi dopo, due migliori amiche Wendy e Pam hanno deciso di adottarle ed anche se non vivevano nella stessa casa, potevano uscire tutti i giorni a fare le passeggiate insieme, con le loro due amiche umane.

Vi è piaciuta questa storia? Fortunatamente per Kara e Keira c’è stato un lieto fine ma non va sempre così, prima di adottare un cane, fate un giro nel canile più vicino a voi!