La storia di Quimera, il gatto con due facce

Non è bellissimo?

Home > Animali > La storia di Quimera, il gatto con due facce

I gatti sono essere affascinanti, che ci conquistano con il loro sguardo, la loro furbizia, il sapersi voler far bene anche quando tutti pensano che loro non siano capaci di amare (i paragoni con i cani hanno un po’ stancato!). E poi ci sono gatti che ti conquistano al primo sguardo, come Quimera.

Il nome non è stato scelto a caso, perché questo gattino è per metà nero e per metà arancione, con un occhio giallo e un occhio blu. E’ davvero un gatto fenomenale, come lui ce ne sono pochi al mondo.

Quimera è la gatta dalle due facce, che pian piano, proprio per il suo fascino particolare, sta conquistando internet e i social network. Se prima era la gattina Venus a far impazzire tutti, ora è un altro gatto bicolore a conquistare un posticino nel nostro cuore.

Ma perché Quimera ha una parte del corpo di un colore e una parte di un altro? E’ tutta “colpa” delle cellule che contengono due tipologie di Dna, derivanti da due embrioni fusi insieme.

I gatti bicolore o tricolore di solito si definiscono Chimere, dal nome del famoso animale mitologico.

Ecco perché questa bella gatta si chiama Quimera: non è bellissima?

Ci piace?