La triste storia di Romeo, il gatto che nessuno vuole perché troppo “bruttino”

La maggior parte delle persone adotta un cucciolo per avere un po’ di compagnia: l’amore che un cane o un gatto portano in casa sono impagabili. Purtroppo, però, ci sono alcune persone che non riescono ad apprezzare gli animali per ciò che sono, perché si fermano all’aspetto fisico, perché esteticamente non sono perfetti, non capendo quanto sono affascinanti nella loro anima.

Lo sa bene Romeo, un gatto spagnolo, nato da una grande cucciolata: tutti i fratelli sono stati adottati in poco tempo da famiglie desiderose di accoglierli, ma non questo cucciolotto. La maggior parte delle persone nemmeno lo guardava, perché era troppo “brutto”, non fermandosi a vedere quanto invece era meraviglioso dentro.

Romeo è un gatto nato con alcune deformità: appariva strano per questi problemi, un brutto anatroccolo che nessuno voleva adottare. Sembrava destinato a rimanere per sempre senza una casa, senza l’amore e la cura di cui tutti gli esseri viventi hanno bisogno.

Fu allora che arrivò al Santuario Compasion Animal, che stava recuperando degli animali che avevano bisogno di aiuto. “Ci avevano detto che nessuno lo voleva, perché era troppo brutto. Ma per noi Romeo è un bel gattino che ama giocare, come il resto dei suoi simili, e le sue differenze lo rendono speciale“.

Il rifugio ha immediatamente adottato Romeo, visto che nessun’altra famiglia lo voleva adottare. Furono felici di scoprire che Romeo, in realtà, era il gatto più amato che avessero mai conosciuto.

Divenne amico di tutti, soprattutto con i cuccioli più bisognosi di cure e di amici: persino di un pollo!

Ora è diventato grande ed è ancora unico!

 

 

A post shared by Romeo The Ginger Kitten (@romeothespecialkitten) on