Li avevano cosparsi di catrame e lasciati sull’asfalto bollente a spegnersi piano piano

Ancora una volta siamo qui a raccontarvi un episodio davvero triste, come è possibile che nel mondo c’è ancora tanta crudeltà? La storia inizia in Romania, precisamente ad Iasi, una ridente cittadina nel nord-est del paese. I volontari di una nota associazione rumena sono stati chiamati per soccorrere quattro cuccioli. Ma quello che si sono trovati davanti ha lasciato tutti loro senza parole:

Qualcuno si era divertito a cospargere i quattro animali con colate di catrame, li avevano lasciati lì, sull’asfalto bollente e sotto un sole cocente, a morire di stenti. “Pensiamo che sia il gioco di qualche ragazzino, perché purtroppo questo non è il primo caso”, hanno detto i volontari. Infatti, proprio il mese scorso, due cagnoline, Ada e Ava, sono state trovate nelle stesse condizioni, ma sopra un pezzo di cartone. Per le due pelosette fortunatamente è andata bene, gli operatori della “Sky Foundation for Animal Rights”, sono riusciti a salvarle.

Parlando dell’ultimo caso, quello dei quattro cuccioli,  Cătălin Pavaliu, il fondatore dell’organizzazione, ha detto: “Cominciamo a pensare che il responsabile sia un cittadino, qualcuno che fa queste cose di proposito”. I quattro cani sono stati caricati in auto e portati alla clinica veterinaria più vicina.

Qui i sanitari hanno dovuto operare con cautela e anestetizzare gli animali prima di procedere: “I cuccioli erano in pessime condizioni ma la loro situazione adesso si è stabilizzata. Uno di loro in particolare se l’è vista davvero brutta. Aveva l’occhio sinistro, il naso e la bocca ricoperti di catrame. Ci farebbe comodo avere un corpo di polizia che tuteli i diritti degli animali” .

I passanti che avevano chiamato la polizia si sono sentiti rispondere: “Non abbiamo intenzione di perdere il nostro tempo dietro a quattro cani”. Attualmente i cuccioli sono ancora in clinica, stanno migliorando giorno dopo giorno, ora aspettano solo di essere adottati.

Lasciamo un tenero pensiero per loro e il nostro più grande sostegno! Forza piccoli, è ora di essere felici!