L’ignorante va rieducato

E’ rimasto sorpreso poverino quando gli agenti l’hanno fermato. Non aveva capito che il fermo della polizia era dovuto a ciò che stava trascinando, meglio dire chi…Viene fatto accostare e su invito degli agenti l’uomo scende dall’auto, magari voleva porgere i documenti dell’auto, insomma che altro potevano volere..



Italianissimo il giovane uomo, pare un cinquantenne, siciliano, abitante di un paesino in provincia di Caltanissetta, lui ha legato il suo pastore tedesco ad una catena e l’ha attaccato dietro all’auto partendo per giungere non si sa quale posto sperduto. Il piano era sicuramente di ucciderlo, una ritorsione forse ad un suo gesto, tanto male solo per vendetta si può fare, magari aveva abbaiato troppo o era scappato, chi lo sa…Con fare sorpreso ha appreso che è reato uccidere o far del male ad un cane, non era al corrente del fatto che queste povere bestiole provano dolore e che alla gente dispiace tanto e quindi si cerca di lottare e ottenere qualcosa. Il cane ha subito gravi danni alle zampe, ovviamente cercava di correre ma la merdina andava troppo veloce, lo ha strappato ma è vivo. Noi vogliamo unirci al grido delle volontarie siciliane e di quelle brave persone che cercano di aiutarli sul territorio, affrontando una lotta quasi impossibile, sapete perché impossibile, perché l’ignoranza resta ad oggi il più grande problema da risolvere. Noi chiediamo che questo schifoso essere, così vile, mezzo uomo, codardo vigliacco malvagio, venga punito severamente perchè in Italia persone come lui  non servono, ma se tutto questo viene permesso è anche vero che la colpa è di chi lo permette, aiutiamo la Sicilia, aiutiamola facendo girare il loro grido di aiuto

non troviamo neanche più parolacce

amore infinito per noi e li ricambiamo con atrocità

lui vivrà ma non dimenticherà cosa gli hanno fatto e persone che che tanto amava

Condividete, basta, la legge deve essere applicata!

foto di repertorio