Stava fotografando mamma alce e il suo cucciolo, quando all’improvviso sente un lamento

“Mi chiamo Howie e voglio raccontarvi quello che mi è accaduto. Stavo andando a lavorare, quando, improvvisamente, ho visto un alce con un cucciolo sul ciglio della strada. Erano favolosi ma ho avuto paura ad avvicinarmi. Ho accostato l’auto, volevo fotografarli ma nel momento in cui ho abbassato il finestrino, ho sentito un lamento straziante. Era un piagnucolio incessante, di sofferenza. Proveniva dal recinto accanto e, nonostante una grande paura, sentivo di dover scendere dall’auto per dare un’occhiata.

Ho guardato tra l’erba e l’ho visto… doveva essere un altro cucciolo. Era rimasto incastrato con una zampa tra il ferro spinato. Quel povero piccolino aveva provato a scavalcare la recinzione ma invece era rimasto imprigionato e, adesso, come si muoveva le “spine” gli provocavano dolore. Sentivo di doverlo aiutare ma non sapevo come. Mi sono avvicinata lentamente e ho iniziato ad accarezzarlo piano piano, per tranquillizzarlo. Tremavo, avevo paura che mamma alce mi avrebbe attaccato per difenderlo ma invece non si avvicinò.

Il ferro era troppo teso e stretto e non avevo gli attrezzi per tagliarlo, non sapevo proprio come fare, gli avrei fatto troppo male. Poi, ho notato un cancello poco distante, era da lì che partiva quella specie di recinzione. Così, mi sono avvicinata e ho allentato il filo. Sono tornata da lui e l’ho liberato. Il cucciolo di alce è corso subito via, verso la sua mamma.

Ero felice, il miglior inizio di giornata. Avevo appena salvato una vita! Ho scattato un’ultima foto a quella meravigliosa e felice famiglia, poi sono risalita in auto e corsa al lavoro… ero in ritardooo! Ho mostrato le foto a tutti i miei colleghi e loro mi hanno preso in giro, mi hanno chiamato la “libera alci”, abbiamo riso tantissimo quel giorno. Ero felice, non so dirvi perché, aiutare gli altri fa bene al cuore!”

Una storia molto bella che Howie ha deciso di condividere con il popolo del web. Io credo che le cose accadono per una ragione. Questa donna si trovava lì al momento giusto, altrimenti non sarebbe stato questo il finale della storia. Ognuno di noi ha un angelo custode e Howie è l’angelo di un cucciolo di Alce!