Strane pietanze venivano servite al ristorante, poi quei pianti

Michael è un uomo di mondo, un uomo che ama la natura e tutto ciò che appartiene ad essa.  I paesi lontani da noi hanno strane usanze, strano il loro rapporto con la civiltà, risultano sempre più incivili e meschini ai nostri occhi e Michael ne ha avuto la prova.

Seduto in un ristorante, grosso paragone ma per capirci insomma, aveva notato piatti strani ma lui nell’incertezza aveva chiesto riso. Poi esce all’esterno della baracca e fa un giro lì intorno.

Nel retro trova loro, chiusi sotto al sole..

La testa era incastrata tra le sbarre, guarda bene ci sono gli altri, forse una mamma con i figli..

La mano di Michael viene riempita dalla testolina stanca della cucciola, uno sguardo il loro pieno di amarezza perchè lui aveva capito tutto e non poteva fare nulla. Loro erano terrorizzati, le urla dei loro amici e fratelli si sentivano da li quando venivano macellati al ristorante. Michael chiama il proprietario

Dopo varie discussioni e tentativi diplomatici, questo giovane mangiatore di cani cede la piccola Lucy. Michael non poteva pagarli, avrebbe aumentato il giro di soldi sulla pelle dei piccoli.

Un po come a Yulin, più gente paga pe salvare cani vivi più ne verranno fatti nasce re o rubati l’anno dopo, questi maledetti trovano il business ovunque.

Guardate gli occhi di Michael alla partenza con Lucy in braccio, non sono occhi felici, sono tristi, pieni di rimorsi e rimpianti per quelli che ha lasciato dietro di se. Solo facendo girare queste cose si potranno avere cambiamenti, chi è più in alto di noi ha la possibilità di impedire questo massacro insensato. Michael un abbraccio da parte nostra…

di Redazione 2