Una mano sul cuore per Bingo

Bingo è un cane di qualche anno, forse sei, dall’aspetto non si direbbe, salta e gioca come un cucciolo, alla vita di strada lui ha rifatto faccia più di una volta. Vive in un terreno aperto, dorme in un riparo di fortuna, una signora passa spesso di lì e lo accudisce come meglio può, un anziano mette qualche avanzo quando va nell’orto li vicino.

Qualche giorno fa la signora si accorge che qualcosa non va, il mostro è tornato! Un tumore molto strano vive nella pelle di Bingo,da un paio di anni, è diventato enorme, si è aperto su di un lato e versa un liquido maleodorante. Viene portato nella clinica veterinaria di Avezzano, provincia dell’Aquila, ricoverato per accertamenti, serve un intervento.

La   (che troverete cliccando ) dove verrà effettuato l’intervento ha fatto un preventivo molto onesto, Bingo verrà operato e per una settimana potrà rimanere al caldo in ambulatorio. Da sola la signora, che già segue altri randagi, non può far fronte alla spesa.

La ha messo a disposizione IBAN così da garantire la trasparenza dell’evento IT89K0312440440000000232617 intestato dott. Aseleti Giuseppe (Centro veterinario delle olimpiadi) specificare Bingo nell’offerta, la volontaria che si occupa di lui, tel 3273528245 postapay 5333171037485931 cf VRENDA77A42C745W.

Bingo, una volta uscito dalla clinica tornerà in quella terra a dormire nella baracca, oltre alla donazione di anime buone servirebbe una casa per poter dare una vita migliore a questo cagnolone di 30 kg buono come il pane. Forse non vivrà molti anni, ma anche fossero solo un paio ed io ne sono certa, la strada il freddo e la solitudine non saranno di aiuto. E’ molto buono, con le persone e con gli altri cani, neanche ai gatti dice nulla, in quel riparo ha ospitato tutti i senzatetto che sono passati di lì. lo so che è chiedere tanto ma io devo provarci, esisterà in questo paese qualcuno che ha nel cuore una dose massiccia di amore e altruismo,

Non possiamo non aiutarlo

Lui è forte e guarirà

I suoi occhi colpiranno il cuore di qualcuno, condividiamo tutti!

di Redazione 2