Quali sono le allergie in aumento?

Le allergie non sono solo una questione primaverile: tutto l’anno ci sono reazioni allergiche nelle quali potremo incappare. E, purtroppo, sono in aumento non solo i soggetti che ne soffrono, ma anche i possibili allergeni che possono scatenare reazioni di varia natura, da quelle più lievi a quelle più gravi che necessitano di un intervento immediato per evitare il peggio. Ma quali sono le allergie più comuni e quelle che si stanno diffondendo di più negli ultimi tempi?

Secondo recenti studi, le allergie tendono a manifestarsi sempre prima, complici i cambiamenti climatici che hanno un impatto forte non solo sull’ambiente, ma anche sulla nostra salute. Per quanto riguarda l’allergia al polline, l’inquinamento non gioca a nostro favore, perché lo smog è in grado di potenziare i pollini aumentando così le reazioni di chi soffre di allergia.

Sempre più diffuse le allergie ai farmaci: purtroppo scopriamo di soffrirne solamente in seguito a una reazione allergica. Si stima che circa il 10% della popolazione mondiale sia allergico a qualche farmaco. Tutti possono scatenare un’allergia, anche se ci sono categorie più a rischio (antibiotici come la penicillina e l’amoxicillina, antinfiammatori come l’ibuprofene e il naproxene).

Anche l’allergia al nichel è sempre più diffusa, anche perché questa sostanza si trova ovunque: nel telefonino, in alcuni accessori che usiamo ogni giorno in casa, nei gioielli, persino nei cibi e nei prodotti per la cura del corpo. Insomma, ovunque: chi soffre di allergia al nichel deve fare molta attenzione!

E ancora, tra le allergie al polline possiamo notare un incremento delle reazioni di fronte a piante come l’edera e il rovere, senza dimenticare le allergie al pelo di cani e di gatti, alle punture di insetto (che in alcuni casi possono essere letali!).

E come dimenticare le allergie o le intolleranze alimentari che, secondo gli ultimi dati, colpiscono 50 milioni di americani e che sono particolarmente aumentate tra i bambini?

di Redazione