Quali sono le paure più comuni di settembre?

Settembre, mese di rientri e di nuovi inizi, che da un lato ci fanno emozionare e pensare a cambi nella nostra vita per eliminare la negatività e dare il benvenuto solo a pensieri, cose e persone positivi. Dall’altro lato, però, settembre è un mese che porta con se tante preoccupazioni, tanta ansia, tanto stress: le vacanze terminano, noi torniamo al lavoro, i nostri figli a scuola e ricomincia la solita routine, che non è facile da affrontare dopo un lungo o breve periodo di relax che ci siamo concessi. Per questo abbiamo tanta paura a settembre!

Un recente sondaggio di Groupon ha deciso di capire come gli italiani affrontano il rientro alla solita vita di sempre, cercando di capire quali sono le paure più grandi e quali le aspettative. In vacanza almeno 1 italiano su 2 ha pensato di cambiare vita, mollare il lavoro e cambiare tutto quanto. Siete quell’italiano su due?

In vacanza si sta così bene che tutti prima o poi abbiamo pensato di mollare tutto e dedicarci solo a quello che ci piace: per il 50% degli intervistati questo pensiero di radicale cambiamento è dovuto al fatto che gli impegni lavorativi ci provocano uno stress troppo grande, mentre per il 29% la colpa sarebbe delle scadenze strette. Per l’11 e il 10 per cento, infine, il problema sono la competizione sul lavoro e i problemi con il capo.

Proprio il dover affrontare di nuovo il capo è una delle paure più grandi degli italiani, tanto che il 57% vorrebbe trovare al suo rientro un capo più rilassato e più flessibile, mentre il 19% vorrebbe che fosse meno egocentrico. Per il 24%, invece, il capo è perfetto così com’è: sono fortunati! E i colleghi? Il 48% si aspetta più collaborazione, il 24% vorrebbe colleghi più amichevoli e il 18 più competenti.

Gli italiani, nel 57% dei casi, vorrebbero non essere travolti dal lavoro una volta tornati in ufficio, potendo avere un po’ di tempo da dedicare a se stessi.

Che dite, la speranza è l’ultima a morire?

di Redazione