Alimentazione, 5 consigli per trovare il buonumore a tavola

Mangiare bene non fa solo bene alla salute, ma anche al nostro umore. Lucia Bocchi, psicoterapeuta e psicologa dello sport, racconta che per poter affrontare le sfide di ogni giorno dovremo fare attività fisica e mangiare bene, ma dovremmo anche imparare a gestire l’umore. Lo sapevate che le emozioni che proviamo passano anche da quello che portiamo sulle nostre tavole? Ci sono alimenti che possono provocare cattivo umore e viceversa ci sono emozioni negative che possono causare una scorretta alimentazione. Come fare per stare bene a tavola e ritrovare il buonumore? La dottoressa dà i suoi utili suggerimenti.

Combattere l'insonnia

1. Attenzione: dobbiamo sempre essere proiettati nel presente, nel qui e ora, mentre mangiamo. Non dovremmo essere distratti da altre fonti. Quindi teniamo spenta la televisione e lasciamo cellulare e tablet in salotto. Concentriamoci su quello che stiamo facendo, godendo della compagnia che abbiamo.

2. Discorsi: durante il pranzo è sempre bene parlare di quello che si sta mangiando, magari confrontando i sapori dei diversi piatti, raccontando quello che abbiamo portato in tavola. Altri discorsi dovrebbero essere evitati, soprattutto se tendono a scaldare un po’ gli animi o ad aprire ferite che possono essere dolorose.

3. Polisensorialità: soffermatevi su quello che state mangiando attivando tutti i sensi, non solo il palato, ma anche la vista e l’olfatto. Guardate con cura quello che c’è nel piatto, annusate i profumi che emana e poi assaggiatelo con delicatezza, piano, poco alla volta, per gustarvi il momento.

4. Stati d’animo: cercate di osservare e gestire l’umore in quel momento. Non vi avventate sul cibo per poter trovare conforto o compensazione ai vuoti emotivi, cercate di risolvere prima i vostri conflitti interiori. Per non sfociare nella famosa fame nervosa.

5. Piacere: cerchiamo di ritrovare il piacere in quello che mangiamo!

di Patrizia