I cibi che ci fanno tornare bambini

Ammettiamolo: ci sono dei cibi che al solo pensiero o solo sentendo il loro aroma ci fanno immediatamente tornare bambini. Sono ricordi legati alla nostra infanzia, magari vissuta nelle cucine delle nonne: i cibi della nostra infanzia erano cibi semplici, ma molto gustosi, che potremmo riportare sulla nostra tavola per poter ritornare piccolo, almeno una volta ogni tanto. O, perché no, magari proprio tutti i giorni. Foodora ha condotto un sondaggio sui millenial, che preferiscono andare al ristorante a mangiare, ma scelgono piatti che mangiavano a casa. Da colazione a cena, ecco i 5 alimenti che ci fanno tornare bambini.

A colazione pane, burro e marmellata: il pane caldo, l’odore della marmellata da spalmare sopra, la corsa per mangiare la colazione velocemente per non fare tardi a scuola. Che bei momenti, non è vero? Che poi ci va pochissimo per preparare questo piatto: possiamo anche fare la marmellata in casa se abbiamo tmepo!

Per la merenda a scuola o lo snack di metà mattina al lavoro che ne dite di una bella fetta di torta al cioccolato, come quella che ci preparavano le nostre nonne e le nostre mamme? Ma anche tutte le altre torte che venivano preparate nelle nostre cucine quando eravamo piccini: ne abbiamo proprio voglia!

A pranzo scegliamo la semplicità della pasta al pomodoro: possiamo scegliere il formato di pasta che preferiamo, sia corto sia lungo, sia pasta “commerciale” sia quella fatta in casa. Da accompagnare a un classico sughetto di pomodoro con basilico e olio extravergine di oliva. E ovviamente un po’ di parmigiano grattugiato sopra!

Per la merenda del pomeriggio, se avete caldo e volete rinfrescarvi, che ne dite di un bel ghiacciolo alla frutta? Lo possiamo comprare al volo al bar, farne scorta al supermercato oppure che ne dite di prepararlo in casa con veri pezzi di frutta?

Infine per cena, niente di meglio di pollo e patate al forno o una bella cotoletta alla milanese con patate fritte, un classico che grandi e piccini adorano mangiare, da mattina a sera!

di Redazione