Natale 2017, arriva il pandoro con gli insetti

Se pensate ai dolci tipici del Natale, cosa vi viene in mente? Sicuramente i due dessert della tradizione sono il panettone, per chi ama l’uvetta e i canditi, e il pandoro, per chi ama i sapori più delicati, come i bambini che ne vanno matti. Sappiate che quest’anno, però, il pandoro potrebbe avere un sapore diverso rispetto al solito: la cucina con gli insetti sta arrivando anche nel nostro paese e giusto in tempo per Natale 2017 ecco che potrebbe arrivare sulle nostre tavole il pandoro con farina di insetti!

E’ nato in Italia il primo pandoro realizzato con farina di baco da seta: il foodblogger trevigiano Roberto Cavasin, in arte MasterBug, seguendo le indicazioni europee per quello che riguarda il Novel Food e la cucina con gli insetti commestibili, ecosostenibili e iperproteici, ci propone la sua versione del dolce natalizio davvero molto particolare.

Il pandoro di MasterBug contiene burro, uova, latte, farina bianca, come richiede la tradizione del dolce natalizio di Verona. Ma nell’impasto è stato aggiunto un ingrediente particolare: farina derivata da bachi da seta che sono stati allevati per il consumo alimentare umano. Il dolce è uguale al classico pandoro, con un gusto molto simile alla nocciola.

Il pandoro con la farina di bachi da seta ha dei valori nutrizionali molto interessanti: il contenuto proteico è del 55,6%, quello lipidico totale per peso secco della farina del 32,2%. Le proteine hanno alti livelli di aminoacidi essenziali come valina, metionina e fenilalanina.

Il contenuto nutrizionale della farina di baco da seta (Bombyx mori) per 100 g è composto da Proteine 55 g, grassi 8,5 g, fibre 6g, carboidrati 25,43g con un valore energetico di 389.60 (Kcal/100g).

Che dite, proviamo a mangiarlo o a regalarlo alle nostre nonne? Senza dire niente, però. Vediamo se è buono davvero come l’originale?

di Redazione