Abbiamo ricordi buoni o ricordi cattivi della scuola?

In questi giorni gli studenti italiani si apprestano a tornare sui banchi di scuola: dalla scuola materna all’Università, passando per le elementari, le medie, le superiori. E’ un periodo davvero delicato per loro, perché dopo tanti mesi di vacanze, è ora di ricominciare e rimettersi a studiare. Gli studenti di ieri, che oggi magari sono i genitori che accompagnano i loro figli a scuola, che ricordi anno di quegli anni trascorsi con i compagni in aula? Ce lo dice Doxa con una ricerca che confronta i ricordi di oggi con quelli di uno studio condotto nel 1992.

Abbiamo ricordi buoni o ricordi cattivi della scuola? Sono pochi gli adulti che hanno ricordi di un’esperienza non positiva tra i banchi di scuola. Oggi la percezione negativa è nettamente inferiore rispetto a 25 anni fa, visto che nel 1992 i ricordi negativi era il doppio o quasi, soprattutto per le scuole elementari o le medie.

Si parte dalle elementari: 9 Italiani su 10 (87%) ne hanno un ricordo complessivo buono e migliore rispetto al 1992. E alla scuola media? L’83% oggi ha ricordi positivi, anche se in misura inferiore rispetto alla primaria. Ma si sa, le medie sono un periodo di grandi cambiamenti per ogni adolescente. Stesa percentuale per le scuole superiori.

Gli intervistati hanno ammesso che la scuola è servita molto per creare la persona che sono oggi: sono stati anni importanti per tutti, nei quali hanno accumulato conoscenze ed esperienze utili per poter poi affrontare l’ancora più dura vita in età adulta.

E voi che ricordi avete della vostra esperienza a scuola? Come ricordate il rapporto con i vostri compagni e quello più difficile con gli insegnanti? Complessivamente, da 0 a 10 che voto dareste per le elementari, le medie e le superiori? L’asilo non conta, quello piace a tutti!

E chissà come ricorderanno gli studenti di oggi la loro esperienza a scuola: chissà se sono più felici tra i banchi dei loro genitori e dei loro nonni o se lo sono meno!

di Redazione