Arabia Saudita, le donne possono avviare un business senza chiedere il permesso a nessuno

In Arabia Saudita le donne potranno avviare la loro personale attività economica senza avere l’autorizzazione di nessuno. Sembra incredibile, ma fino a oggi non lo potevano fare: per poter dare vita a un business dovevano chiedere l’autorizzazione di un parente stretto di sesso maschile. Dopo la svolta epocale che ha permesso finalmente alle donne arabe di guidare la loro automobile, altro divieto che era imposto loro, ecco un’altra bella notizia, per un paese che si apre sempre di più ai diritti delle donne.

Ad annunciare questa nuova opportunità per tutte le donne arabe è il Ministero del Commercio e degli Investimenti saudita, riportato anche da Al Arabuya: “Le donne ora possono inaugurare il loro business e trarre benefici dai servizi (governativi) senza dover dimostrare il consenso del guardiano“.

Fino a oggi, secondo le regole vigenti in Arabia Saudita, prima di aprire un’attività le donne doveva mostrare la prova del consenso che di solito veniva espresso dal padre, dal marito o dal fratello, che dovevano autorizzare ogni pratica burocratica. E non solo quella per avviare un’attività lavorativa, ma anche per iscriversi a un corso o a scuola, per partire per un viaggio.

La decisione è stata presa anche in vista di dare una forte scossa al settore privato in Arabia Saudita, potendo contare finalmente sull’espansione del lavoro femminile. Oltre che un passo importante per i diritti delle donne.

Un piccolo passo in avanti in un paese nel quale spesso i diritti delle donne sono calpestati e non considerati. Un paese dove sono gli uomini a comandare, su ogni aspetto.

Chissà, magari presto potremo dare altre belle notizie!

di Patrizia