Affetta da una grave malattia, decide di provare ad avere un bambino, nonostante gli avvertimenti

Questa è la storia di Sheree Psaila, una ventiduenne nata con una rara malattia, che ha superato le aspettative dei medici migliori, che non le avevano dato nemmeno un anno di vita. E’ affetta dall’Artrogriposti Multipla Congenita, una condizione che causa rigidità muscolare degli arti. Ma grazie ad un team multidisciplinare di esperti, che l’ha seguita fin da bambina, Sheree ha superato con successo numerosi interventi, sconfiggendo la morte.

Le avevano detto che avrebbe continuato la sua vita su una sedia a rotelle ma questa guerriera ha superato anche queste aspettative, riuscendo a camminare a 5 anni. E’ andata a scuola, si è diplomata e si è iscritta anche ad un istituto tecnico dove ha conosciuto Chris, il suo attuale marito. Insomma, ha condotto una meravigliosa vita quasi normale. Dopo il matrimonio, la coppia decise di provare ad avere un bambino. I medici cercarono subito di fermarli, anche Chris era malato, aveva una malattia ereditaria che gli aveva danneggiato la spina dorsale. Il bambino sarebbe potuto nascere malato e la gravidanza per Sheree, sarebbe potuta essere troppo pericolosa. La giovane era alta solo 1,22 m e e i suoi arti con ce l’avrebbero mai fatta a sostenere il peso di un bambino. Infatti, la prima gravidanza non andò a buon fine, Sheree perse il bambino quasi subito.

Ma dopo un anno, rimase di nuovo incinta e un lume di speranza si riaccese nei loro cuori. “I medici mi dissero che, probabilmente, non saremmo mai stati in grado di avere un figlio nostro. Ma non mi hanno mai dato una spiegazione precisa”, ha raccontato la ragazza durante un’intervista.  Beh, Sheree ha battuto anche queste aspettative ed è riuscita a portare a termine la gravidanza, anche se la sua pancia era piuttosto preoccupante:

Non sarebbe mai stata in grado di partorire in modo naturale, era troppo rischioso tentare. Così i medici decisero di far nascere il bambino con un taglio cesareo. Inizialmente avevano pensato di farle l’epidurale, ma poi, poiché la sua spina dorsale non era completamente dritta, hanno preferito procedere con la totale. Hyden è nato di 2,5 kg e in ottima salute! Nessuno se lo aspettava, era ed è considerato un piccolo miracolo.

Sheree non è una mamma normale, perché purtroppo non riesce nemmeno a tenere in braccio il suo bambino: “Quando piange, devo sempre aspettare che qualcuno lo prenda”. Ma per fortuna Chris è sempre lì, al suo fianco e nonostante le difficoltà, sono una meravigliosa famiglia felice.

di Lisa