Come riconoscere i porri e come eliminarli

Avete mai sentito parlare dei fibromi penduli? Forse no, perché comunemente vengono definiti come porri: sono delle parti di pelle che si protendono verso l’esterno e hanno la forma di un peduncolo. Di solito sono piccoli, ma capita che possano raggiungere dimensioni anche molto grandi: sono dei tumori benigni che difficilmente diventano veri tumori.

Di solito i porri si manifestano nel collo, nel cavo ascellare, nella palpebra superiore, nell’inguine. Chi è in sovrappeso ne soffre di più, perché si formano anche per sfregamento. Ne sono colpiti maggiormente gli over 40 e pare che sia tutta colpa della genetica, ma anche di infiammazioni, scompensi ormonali.

Non sono pericolosi, però sono brutti da vedere: ecco perché dovremmo conoscere i modi con cui si possono rimuovere!

I medici di solito consigliano di togliere quelli più a rischio di traumi, attraverso il bisturi. Esistono anche dei rimedi naturali per rimuoverli: provate con un cucchiaino di bicarbonato e un cucchiaino e mezzo di olio di ricino, mescolandoli insieme e applicando il composto sulla zona da trattare per 30 minuti. Risciacquate poi con acqua tiepida.

Provate anche con un paio di gocce di tea tree oil mescolati con un po’ di cucchiaini di acqua fredda: pulite con questo composto la zona, per tre volte al giorno.

Infine, provate con lo smalto: basta applicarlo sopra e farlo seccare, ogni giorno, finché non si stacca. Altro rimedio utile il limone: applicate il succo sui fibromi e ripetete per tre volte al giorno!