E’ il papa che glielo deve insegnare.

Sebbene una madre, nella maggior parte dei casi, abbia il ruolo più importante nella vita e nell’educazione di un bambino, ci sono cose che indubbiamente rendono il padre più “adeguato” ad insegnare determinate cose a un figlio maschio. Pensa: all’inizio il bambino è sotto la supervisione di un insegnante in un asilo, per lo più sono donne.

Risultati immagini per padre e figlio




 

Poi ha un altro insegnante, nella scuola elementare, dove il 90% sono anche lì insegnanti donne. Il bambino è costantemente in compagnia femminile, quindi manca, in molti casi, la figura maschile nel loro processo educativo nella società. Ecco perché è importante che un padre sia presente e pronto ad insegnare al proprio figlio le cose più importanti, viste da una prospettiva maschile. Non si tratta di sessismo, è semplicemente un dato di fatto che i maschi hanno un modo di ragionare e reagire diverso dalle donne e senza dubbio per un bambino, il suo papa è il modello da seguire. Ecco dunque otto cose che ogni buon padre dovrebbe insegnare a suo figlio maschio: 1.Spiegare al proprio figlio l’importanza del saper vincere e del saper perdere. Chi è il miglior compagno per il bambino nelle varie competizioni e giochi, oltre ai suoi amici? Certo, papà. Questo è un buon allenamento per stimolare le qualità maschili. Attraverso questi giochi, il piccolo sentirà il sapore della vittoria, oltre a realizzare la quantità di sforzo necessaria per raggiungerla. E per suo padre, questi giochi saranno una grande opportunità per spiegare a suo figlio che la sconfitta è inevitabile, e se uno cade, è necessario alzarsi e andare avanti. Perché perdere non dovrebbe essere motivo di vergogna.

2.Inculcare il comportamento corretto che deve avere con le donne. Per spiegare a un figlio come dovrebbe comportarsi nei confronti delle donne, la madre può essere una buona guida, ma il padre è in grado di mostrare tutto attraverso il proprio esempio. È importante che il bambino impari da lui tutti i tipi di cose importanti sulle donne. Non da amici, non attraverso Internet, ma da suo padre, questo è ciò che è veramente importante. Un padre dovrebbe portare suo figlio con sé per comprare fiori per la mamma, andare in un negozio e parlare con gentilezza alla signora, così che il bambino non sia imbarazzato né abbia paura di comunicare con donne sconosciute e soprattutto lo faccia con rispetto.

Immagine correlata

3.Parlare di amore da uomo a uomo. Questo punto deriva da quello precedente. È meglio che il bambino conosca questi sentimenti onnipotenti con un discorso da maschio a maschio. Per l’adolescente sarà un regalo prezioso poter parlare con il proprio padre del suo primo amore, primi appuntamenti o conquiste. E che è meglio non avere fretta, ma aspettare quella ragazza in grado di accendere una scintilla nella sua anima. E anche per avere una fiducia reciproca, queste conversazioni saranno molto utili.

4.Insegnargli a difendersi. Il padre e solo il padre può insegnare a suo figlio come essere forte e deciso, difendere se stesso e le sue motivazioni quando sente di avere ragione. Deve insegnargli a riconoscere in quali situazioni è meglio urlare ad alta voce in modo che chi ti attacca non si avvicini o mantenga una distanza, e in quali situazioni sarebbe più saggio ignorare la provocazione e, silenziosamente, ritirarsi.  Spiegare al proprio figlio e dimostrare con il proprio esempio che la gentilezza non è un segno di debolezza, è anche responsabilità del padre.

5.Aiutarlo a trovare la propria visione del mondo.  Per questo, non devi nemmeno fare molto, passa del tempo con tuo figlio e parla con lui. In questo modo, il bambino capisce che non solo ha la mamma con le sue richieste e aspettative, ma anche un’altra persona con un approccio diverso. Naturalmente, i genitori devono essere uniti nelle decisioni che influenzano l’educazione dei figli, ma, in termini di visione del mondo, le loro filosofie possono essere molto diverse. Ed è assolutamente normale. Con l’aiuto di suo padre, il bambino vedrà che ci sono più prospettive sullo stesso fenomeno, imparerà ad analizzare e modellare la propria visione delle cose.

6. Arricchire le esperienze del bambino con nuove sensazioni. Tutto inizia da un’età in cui il bambino è molto piccolo. Ma pur essendo un bambino di soli 6 mesi, puoi sentire la differenza tra la manifestazione d’amore maschile e femminile. A differenza delle madri, i padri, invece di coccole e carezze, preferiscono i giochi attivi con “carattere mascolino” come salti e giri. Le madri tendono a guardare questi comportamenti con un po’ di timore negli occhi, ma al bambino, giocare così con suo padre, gli porta un sacco di stimoli visivi, uditivi e sensazioni tattili.

7.Insegnargli cose “da uomini”. Ci sono alcune cose che molte donne non sanno fare o non vogliono fare e preferiscono delegare agli uomini tali lavori, come ad esempio domare un incendio, stringere viti, riparare la macchina … Anche se il vostro bambino è “urbano” al 100%, senza dubbio, sapere come accendere un fuoco sarà utile per lui in futuro, almeno per accendere un camino o un barbecue. In qualsiasi occasione, queste abilità daranno al tuo bambino 100 punti in più a loro favore.

8.Aiutarlo a destreggiarsi nelle faccende domestiche. Certo, parliamo di azioni semplici come stirare una camicia, mettere in ordine il proprio spazio … Sarete d’accordo che sarebbe molto meglio per un figlio imparare dal proprio padre, almeno le basi su come si gestisce una casa. E sì, solo il padre e non un’altra persona, può mostrare a suo figlio che gli uomini possono anche cucinare o pulire.