Fotografa la sua bambina morta, ma poi scopre una straziante verità

Era un giorno come un altro, quando la fotografa Sunny Jo ricevette una telefonata da una donna di nome Jeanie Ditty. Si è presentata come una madre sofferente, la sua bambina di due anni, Macy, era morta da poco tempo e lei voleva catturate la sua anima in un’ultima foto, che avrebbe conservato per il resto della sua vita..


Secondo il racconto di Janie, la piccola era morta soffocata, con il suo stesso vomito, dopo aver mangiato una banana marcia. Le due donne trascorsero una giornata intera al cimitero, creando un servizio fotografico che ha commosso il mondo intero. La bambina sembrava un angelo in piedi, sempre lì, accanto alla sua mamma. Jeanie e la sua tragedia, rimasero nel cuore della fotografa, tanto che decise di regalarle l’intero servizio fotografico. Le foto hanno fatto il giro del mondo, diventando famose e rendendola famosa. “Dopo due settimane da quella bellissima giornata, ho letto sul giornale che quella donna era accusata di aver ucciso la sua bambina. Il mio cuore non riusciva a crederci. Io con quelle immagini ho voluto solo dare loro un addio, dare voce alla piccola Macy”, ha raccontato Sunny durante un’interrogatorio, con cui volevano sapere perché avesse regalato le foto a Jeanie. Questa madre, insieme al suo fidanzato Zachary Earl Keefer, sono stati arrestati e accusati di omicidio di primo grado. Sul corpicino della piccola, sono state trovate delle gravi lesioni fisiche, aveva lividi e ferite interne su tutto il corpo. Aveva un trauma cranico e, secondo l’autopsia, erano i motivi della sua morte.

Jeanie ha portato Macy in ospedale, la piccola non respirava, e lei affermava che stava soffocando per colpa di una banana. Due giorni dopo, la piccola è morta in ospedale. La contea ha mantenuto il silenzio, dichiarando che l’indagine fosse ancora in corso. Alla fine, i due sono stati arrestati.

La fotografa Sunny Jo ha quasi detto addio al suo lavoro. Tutto è diventato un inferno, è stata accusata di essersi presa gioco di una bambina morta ammazzata, solo per diventare famosa. Non si spiegavano come avesse potuto farlo, ma lei era all’oscuro di tutto, non sapeva nemmeno ci fosse un’indagine in corso.

“L’unica cosa che mi permette di dormire la notte è sapere che non l’ho fatto per Jeanie. Ma l’ho fatto per Macy.”