La storia della donna più brutta del mondo vi farà commuovere

La storia di Mary Ann Bevan vi lascerà senza parole: oggi vi raccontiamo di come questa donna sia diventata la più brutta del mondo, nascendo in un’epoca in cui i canoni di bellezza non ammettono chi non è allineato.

Mary Ann Bevan era nata a Londra il 20 dicembre del 1874: da giovane aveva lavorato come infermiera, sposando a 29 anni il fiorista Thomas Bevan. Intorno a questa età la donna ha cominciato a sviluppare i sintomi di una strana malattia, che ha letteralmente stravolto la sua vita.

Mary Ann Bevan, che dovette crescere i 4 figli da sola, dopo la morte del marito nel 1914, soffriva di acromegalia, un eccesso di ormoni della crescita che provoca lo sviluppo esagerato di alcune parti del corpo, come le estremità. A 32 anni il suo corpo iniziò a deformarsi e Mary Ann cominciò a soffrire di mal di testa e dolori muscolari frequenti.

Nonostante tutto la donna va avanti, perché deve mantenere la sua famiglia. Poi, ritrovandosi in ristrettezze economiche, per il bene dei suoi figli, si iscrive al concorso per “La donna più brutta”, vincendolo: immaginate quanto possa essere stato umiliante per lei?

Dopo avere vinto il concorso, la donna comincia a lavorare in un circo, come fenomeno da baraccone, lavorando al “Coney Island Dreamland Sideshow” fino alla sua morte nel 1933.

La povera donna venne umiliata a causa della sua malattia ma non è che le cose oggi sono cambiate, anzi. La donna venne anche ridicolizzata poco tempo fa, quando Hallmark fece una cartolina in cui si mostrava la sua foto indicandola come la candidata più brutta di un programma per trovare marito. Un medico tedesco riconobbe la foto e fece in modo che il prodotto venne ritirato dal commercio.

Eppure questa donna ci può insegnare molto: lei non si è fermata di fronte a nulla pur di mantenere la sua famiglia! Se non è bellezza questa!