REI 2018: per le famiglie a basso reddito. Cos’è e a chi spetta

Il Rei 2018 è il Reddito di Inclusione che qualche mese fa è stato approvato dal Senato e le domande saranno disponibili a partire dal 1 gennaio 2018. E’ un sostegno per le famiglie con un basso reddito e ha lo scopo di migliorare la povertà attraverso un aiuto economico e un progetto di inserimento nel mondo del lavoro, cioè chi avrà diritto al compenso e farà domanda, dovrà anche partecipare a questo percorso sociale e lavorativo che includerà tirocini, corsi lavorativi, corsi di lingua e ricerca intensiva del lavoro.

A QUANTO AMMONTA IL REI?

Parliamo di un aiuto mensile che può variare dai 187 euro, per le famiglie di un solo componete fino a 485 euro per una grande famiglia con 5 o più membri. Verrà data in dotazione, a colui che farà la domanda, una carta elettronica che potrà essere utilizzata per fare acquisti. E’ possibile anche prelevare ma il massimo consentito è la metà del compenso ricevuto. Se per esempio riceviamo 187 euro al mese, possiamo prelevarne massimo 93,5, il resto dobbiamo utilizzarlo pagando direttamente con la carta. L’unica cosa che non è possibile acquistare sono i farmaci e non può essere utilizzata nemmeno per pagare i ticket sanitari. Molte attività commerciali avranno anche degli sconti riservati ai possessori di questa carta.

A CHI SPETTA?

Per poter fare la domanda bisogna avere un reddito ISEE inferiore a 6.000 euro, un patrimonio immobiliare inferiore a 20.000 euro (la casa di residenza non è inclusa) e quello mobiliare inferiore a 10.000 euro (8.000 per due membri, 6.000 per un solo membro). La NAPSI e alcuni aiuti per la disoccupazione non sono compatibili con il REI.

COME FARE DOMANDA? 

Dal 1 gennaio 2018 la domanda dovrà essere presentata al comune di residenza. Ci saranno degli sportelli disponibili proprio per questa iniziativa. Dopo che saranno verificati tutti i requisiti, entro 10 giorni la domanda sarà inviata all’INPS. La domanda è valida per 18 mesi, dopo i quali dovrà essere ripresentata ma per ricevere nuovamente l’aiuto economico, dovranno trascorrere 6 mesi.

Hanno diritto al REI anche i familiari extracomunitari di cittadini italiani o comunitari, gli extracomunitari con permesso di soggiorno, con asilo nido e protezione sussidiaria, se vivono in Italia da almeno 2 anni.

di Lisa