Trova la figlia nascosta in bagno e realizza l’accaduto non appena guarda le pareti

Una mamma del North Carolina, ha raccontato una terribile esperienza accaduta alla sua bambina di 5 anni, alla scuola elementare di  Greensboro. Nessuno all’interno della struttura, si è preoccupato di lei, di aiutarla, di intervenire ne di chiamare la sua mamma! La donna ne è rimasta così sconvolta che ha deciso di raccontare apertamente ciò che è accaduto, così da poter informare tutte le mamme.

“Quando sono entrata nel bagno, lei aveva le mani alzate”, inizia il suo racconto durante un’intervista a Fox 8. “Era in un angolo e stava facendo la cacca tra le mani. Le aveva tutte sporche, aveva la cacca sulle gambe, sul sederino, ovunque. C’era cacca perfino sul pavimento, sui muri e sulla porta. Si era rannicchiata in un lato ed era visibilmente sotto shock. La cosa che più mi ha fatto imbestialire, è che avevo informato la scuola del fatto che mia figlia doveva ancora essere aiutata, quando andava in bagno. E ho chiesto anche di farmi chiamare, sarei andata a riprenderla, ma le insegnanti mi hanno rassicurata, dicendomi che non serviva farla uscire per un motivo così e che si sarebbero prese cura di lei. E invece sono arrivata a scuola, l’ho cercata in classe: è in bagno… mi è stato detto… e l’ho trovata terrorizzata, mentre si vergognava e piangeva da sola. Il mio cuore si è praticamente spezzato in due. Quando l’ho detto al preside, lui si è scusato e si è dichiarato seriamente preoccupato, perché il suo obiettivo è solo quello di creare un ambiente, in cui gli studenti possano imparare e prosperare. 

Mi ha anche assicurato che avrebbe preso provvedimenti verso l’insegnante e che non si sarebbe verificato mai più. 

La mia bambina è stata cambiata di classe, quindi è stata messa con un’altra insegnante. 

Ancora non so quali provvedimenti siano stati presi verso la sua precedente maestra ma ho deciso di dare alla scuola una seconda possibilità. 

Vorrei però che ogni mamma sia a conoscenza di ciò che mi è capitato, perché io, quella immagine di mia figlia, non la dimenticherò mai!”