Ultima ora: ritrovato il corpo di Noemi

Come ben sapete a Specchia (prov. di Lecce), il 3 settembre scorso, era scomparsa una ragazza e la sua famiglia la cercava disperatamente. L’ultimo avvistamento di Noemi è stato alle 5 del mattino. Una telecamera di videosorveglianza aveva ripreso il momento in cui la sedicenne saliva a bordo di una Fiat 500 bianca guidata dal fidanzato e intestata alla madre del ragazzo.

Il fidanzato aveva solo 17 anni ed era descritto dai genitori della ragazza come una persona violenta e possessiva. Più volte aveva mostrato aggressività nei confronti della ragazza. La macchina si era fermata a Specchia, in via San Nicola, che è a pochi passi dell’abitazione della ragazza.

Gli inquirenti avevano indagato il ragazzo e lui aveva dichiarato di averla accompagnata fino al campo sportivo di Alessano. Ma dopo 11 giorni di ricerche il fidanzato diciassettenne è stato arrestato e ha confessato di aver ucciso Noemi quel giorno. Le sue parole sono scioccanti:

“L’ho uccisa con un coltello che Noemi aveva con sé quando è uscita dalla sua abitazione. L’ho ammazzata perché premeva per mettere in atto l’uccisione di tutta la mia famiglia.”

 

All’inizio aveva detto di averla uccisa a colpi di pietra e di averla seppellita sotto un cumulo di pietre. Il corpo di Noemi è stato trovato ieri dai carabinieri portati sul posto dal ragazzo, reo confesso. Quando la brutta notizia è stata data ai genitori entrambi hanno accusato un malore… ed è stato necessario l’intervento di un’ambulanza.

Non molti giorni fa la ragazza aveva postato sul suo profilo Facebook un post che potrebbe sembrare una premonizione… RIP Noemi, speriamo che la giustizia faccia il suo corso. Un affettuoso abbraccio alla famiglia.

di Redazione 1