Quando l’abbiamo visto era ricoperto di catrame, stava per morire

“Io e un mio amico eravamo a passeggio a Lanus, un paese dell’Argentina, ma ad un certo punto abbiamo visto una strana cosa uscire da una strada deserta. Non riuscivamo a capire bene di cosa si trattasse, ma veniva verso di noi. Si muoveva in modo molto lento, ma quando abbiamo visto meglio, abbiamo capito cosa fosse.

Era un cane. Solitamente queste sono cose che non puoi nemmeno immaginare, perché era ricoperto di catrame e sicuramente stava soffrendo tantissimo. Dovevo fare qualcosa non avevo la forza di lasciarlo in quelle condizioni. In quel preciso momento è passata la polizia. Così un poliziotto mi ha messo subito in contatto con Zoonosis Lanus, l’associazione del posto. Io non la conoscevo perché non avevo mai visto una scena del genere. Quando l’abbiamo portato al rifugio, anche i volontari sono rimasti scioccati nel vedere il cagnolone. Così, insieme ai ragazzi abbiamo cercato di fare qualcosa. L’abbiamo sollevato e messo nella vasca da bagno. Abbiamo preso tantissimi saponi, ma quel catrame non andava proprio via. L’acqua non aveva nessun effetto, anzi più passavano i minuti più sembrava peggiorare. Finché un volontario ha avuto un’idea brillante. Cioè di prendere l’olio e la spazzola. Abbiamo iniziato a massaggiarlo, infatti poco alla volta il catrame stava andando via. E’ stato davvero difficile. Ci sono volute più di cinque ore di duro lavoro, ma i miglioramenti già si notavano a vista d’occhio. I volontari poi hanno deciso di chiamarlo Petroleo, che vuol dire petrolio. Il cucciolo dopo diverse ore, era distrutto, proprio come noi, infatti si è addormentato nella vasca. Guardate il video di quello che abbiamo fatto di seguito:

I veterinari, dopo quel duro lavoro, ci hanno subito informati che era troppo presto per cantare vittoria. Il catrame è tossico, il cucciolo poteva anche morire per avvelenamento.

Ma grazie a Dio, i farmaci hanno fatto effetto subito e Petroleo non è più in pericolo di vita. Ora insieme ai volontari, stiamo cercando una nuova casa per il cucciolo, perché anche lui ha diritto ad un’altra possibilità di vita!”

E’ davvero orribile quello che hanno fatto a questo cane. Ma un grazie speciale va a quei volontari che hanno lavorato tanto per salvargli la vita.

Condividete questo salvataggio bellissimo!

di Lisa