Perché portare i capelli corti?

5 motivi per cui il bob è il taglio di questa generazione

Se dovesse dipendere da chi scrive la risposta alla domanda contenuta nel titolo sarebbe “perché sono comodi“, risposta comprensibile per una ragazza normale ma non di certo la motivazione che ti aspetti da una celebrity. Eppure il bob, nome un po’ fancy per chiamare quello che comunemente definiamo caschetto, resiste tra i tagli più gettonati da svariati anni e il segreto è proprio l’aggettivo usato all’inizio dell’articolo. Ecco cinque motivi per portare il bob.

A post shared by (@lucyhale) on


Comodità n°1, il recupero

Una manciata di anni fa, cinque all’incirca, è scoppiata la moda dello shatush, che poi è diventato balayage ma che decolorazione della parte finale dei capelli rimane. Quante di noi si sono rovinate i capelli per seguire quel trend? Sa vi ritrovate i capelli cotti dalla deco, l’unica soluzione è tagliare; non serve ovviamente tagliare i capelli cortissimi, basta eliminare la parte eccessivamente danneggiata del capello. Con un bob potrete dare tregua ai vostri capelli in tutti i sensi, senza mostrare al mondo intero che avete dovuto tagliarli per altri motivi. Se poi un po’ della schiaritura è rimasta tanto meglio!

A post shared by (@emmaroberts) on

Comodità n°2, il compromesso

Se non siete donne eccessivamente coraggiose il bob, o meglio ancora un lob (long-bob) è il modo giusto per approcciarvi al taglio corto se arrivate da un taglio lungo, magari portato per tanto tempo. Parliamo di una lunghezza facilmente recuperabile nel caso non siate convinte e nel frattempo avrete comunque una testa all’ultima moda… anche se voi non siete convinte!

A post shared by (@alisonbrie) on

Comodità n°3, la facilità

Una peculiarità del bob è l’incredibile versatilità e facilità di manutenzione. È questo uno dei motivi che spinge dante attrici, modelle e cantanti a tagliare i capelli in questo modo: avete un gruppo di parrucchieri al vostro servizio? Sarete magnifiche. Siete a casa da sole e avete 10 minuti per asciugare i capelli? Sarete magnifiche ugualmente. Il bob si presta ai capelli lisci, ricci e mossi; starete bene con voluminosi boccoli o con un mosso effetto spiaggia, con un stile un po’ spettinato out of bed o un wet super grafico. Ogni giorno potrete portarlo in modo diverso, in base a quanto tempo volete spendere per la piega.

A post shared by (@bellahadid) on

Comodità n°4, è personalizzabile

Ovviamente non siamo tutte uguali, ognuna di noi ha una forma e struttura di viso diversa e qui arriva la fatidica domanda: “mi starà bene?“. La risposta mia cara è si perché partendo da un bob classico puoi decidere come personalizzarlo in base a ciò che ti dona di più. Hai la fronte alta? Aggiungi una frangia. Vuoi dare più slancio al viso? Prova a incorniciarlo con dei ciuffi più lunghi. Hai troppe rose sull’attaccatura dei capelli e non riesci a fare la riga dritta? Portala più a destra o a sinistra! Non c’è problema che non possa essere risolto… a patto che ovviamente lasciate al vostro parrucchiere il compito di consigliarvi

A post shared by (@vanessahudgens) on

Comodità n°5, vai di raccolto

Qui va sfatato il mito che “se ti tagli i capelli corti non puoi raccoglierli“. Ma chi l’ha detto? Chiaro, è un’operazione più complessa e strettamente legata dalla lunghezza dei capelli della nuca (se avete si e no tre centimetri di capelli sul coppino c’è poco da fare, ndr.) ma pur sempre fattibile. Potete fare delle piccole trecce olandesi sui lati della testa, delle piccole codine; se maneggiate le forcine come prestigiatrici potrete fare dei bellissimi raccolti. Non siate poi avare con gli accessori: sbizzarritevi con mollette, cerchietti, fasce e bandane, sempre trendy anche sul taglio corto.

A post shared by (@nina) on