Polvere bianca per il make up: come si usa

Questo prodotto è il segreto di un trucco perfetto e duraturo. Scopriamo come si usa la polvere bianca sul nostro viso.

Home > Bellezza > Polvere bianca per il make up: come si usa

La polvere bianca per il make up non è altro che la cipria in polvere libera, che si può utilizzare per una speciale tecnica di make up  – il backing – che serve a coprire le imperfezioni.

Non è assolutamente un make up  facile da fare, tanto che anche celebrities – come Angelina Jolie – si sono mostrate  in pubblico con un make up disastroso, a causa di un backing mal riuscito. Il risultato possono essere chiazze bianche sul viso, perchè non accuratamente amalgamate con il resto del trucco.

Polvere bianca: la tecnica make up per usarla

Il baking è una tecnica che sfrutta la polvere bianca per far durare più a lungo il make up, ma anche per far assorbire il sebo in eccesso e camuffare le imperfezioni.

Tutto dipende da come applichiamo la cipria, che dovrà essere molto abbondandante nei punti strategici. Le zone da perfezionare devono come “cuocere” attraverso l’applicazione della polvere bianca da make up, che deve stare il più a lungo possibile sulla pelle.

polvere-bianca-make-up

Per usare la cipria in polvere libera, però, serve una grande manualità nel riuscire a stratificare i prodotti sul viso. La cipria deve essere pressata sulla pelle con una spugnetta inumidita e lasciata asciugare dai 3 ai 10 minuti per poi rimuovere l’eccesso con un pennello ampio.

Si tratta di un make up molto “aggressivo”, proprio per essere perfetto, ma è allo stesso tempo dall’effetto poco naturale. Questa tecnica, infatti, si usa in casi particolari, per esempio per i servizi fotografici e sul volto delle celebrities, che si espongono a telecamere e fotografi.

Dove applicare la cipria in polvere libera

come-truccare-occhi-azzurri-autunno

Se volete provare il baking make up, perchè magari dovete partecipare a un’occasione speciale, ecco cosa fare. La polvere bianca si applica nei punti del viso dove generalmente si mettono i correttori e gli illuminanti, dunque le zone come quella del contorno occhi, zigomi, mento e naso.

Poi si procede in questo modo (ricordatevi che questa tecnica è difficile e, se otterrete scarsi risultati, non abbattetevi subito. Riprovateci ancora e, se siete abili, può darsi che riuscirete a creare un buon make up).

Base trucco e cipria

Come sempre, la prima cosa da fare è stendere una crema idratante sul viso, il primer e il fondotinta. Applicare  il correttore in crema sul contorno occhi – un primo prodotto per nascondere le occhiaie e un secondo – più chiaro – per illuminare.

Applicare poi la cipria sul viso e in quantità più abbondante sulle zone strategiche dette sopra. Lasciare in posa una decina di minuti, in modo tale che il prodotti si fissi bene, ‘cuocendo’ le zone.

Infine, spennellare bene la cipria in eccesso con un pennello grande.