Fame notturna: cosa mangiare

Lo spuntino notturno è sacrosanto, ma con i giusti alimenti!

Una mini guida per chi spesso avverte un languorino notturno e non può fare a meno di mangiare qualcosa!



Fare una cena non corretta, mangiare troppo poco o, semplicemente, tirare le ore piccole, possono portare ad avere un senso di fame proprio prima di coricarsi. Bisogna sempre cenare, avendo cura di scegliere alimenti sani e con fibre, così da prolungare il senso di sazietà, ma uno spuntino notturno non fa male, ogni tanto!

Bisogna però evitare gli snack che contengono carboidrati raffinati e amidi come pane, patatine e salatini. Certo, rappresentano una soluzione rapida, ma quelle calorie verrebbero inevitabilmente immagazzinate come grasso, invece che utilizzate in energia. E questo non è certo positivo per la salute…

Tuttavia, gli esperti suggeriscono che è meglio non andare a letto affamati: se la pancia inizia a borbottare dopo aver spento le luci sarà più difficile prendere sonno e, probabilmente, si riposerebbe molto meglio con uno spuntino a basso contenuto di carboidrati e proteine.

Quali alimenti scegliere?

Nel caso di un vero e proprio attacco di fame serale, con brontolio allo stomaco, la scelta ideale potrebbe ricadere su un pezzetto di parmigiano reggiano, o grana padano, oppure su qualche mozzarellina: questi snack forniscono proteine ​​e pochissimi carboidrati, oltre a nutrienti extra come calcio e vitamina D.
In alternativa, o se si è intolleranti al lattosio, si possono sostituire con una manciata di frutta secca, per esempio mandorle o noci. Sebbene ricche di grassi e calorie, contengono anche proteine, vitamina E, selenio, magnesio e altri nutrienti sani. Sono un’ottima scelta anche i semi oleosi di sesamo, di zucca, di lino o di girasole, perfetti per uno spuntino veloce, complice la loro ricchezza di fibre e di omega 3.