Il cibo da fast food aumenta l’asma e le malattie respiratorie

Ecco cosa è emerso da un recente studio.

Il cibo da fast food fa male, ormai lo sappiamo. Certo, se ce lo concediamo una volta ogni tanto, magari quando siamo in giro per il mondo e non abbiamo il tempo di mangiare altrove, non può causarci troppi danni. Ma come sempre accade è il troppo a causare problemi anche non indifferenti alla nostra salute generale. Sappiamo che il junk food fa male perché causa obesità, aumenta il rischio di malattie cardiovascolari o di diabete. Ma adesso sappiamo che aumenta anche il rischio di sviluppare asma e malattie respiratorie.


A dirlo sono i ricercatori cinesi dell’Università di Sichuan, che hanno scoperto un legame tra il consumo del classico cibo da fast food con una maggiore probabilità di sviluppare nel corso della vita malattie respiratorie, come ad esempio, appunto, l’asma.

La ricerca è stata condotta analizzando 16 studi svolti in precedenza ed è emerso che il “cibo veloce” aumenta i casi di asma, di respiro sibilante e anche diverse altre malattie allergiche, come ad esempio eczema e rino congiuntivite.

Hamburger, patatine fritte e, in generale, tutto quello che viene considerato cibo spazzatura può aumentare il rischio di malattie respiratorie se si consumano questi prodotti per almeno tre volte a settimana. Una dieta non equilibrata, troppo grassa e non bilanciata può aumentare il rischio di asma e altri disturbi analoghi.

Gang Wang, ricercatore dell’Ospedale della Cina occidentale dell’Università di Sichuan e autore dello studio pubblicato sulla rivista scientifica Respirology, spiega: “Sono necessari ulteriori studi per confermare le relazioni osservate in questa analisi e per identificare potenziali associazioni causali tra il consumo di fast food e le malattie allergiche”.

Nel frattempo, cerchiamo di andarci cauti con il cibo spazzatura.