La dieta del gelato

Ferme tutte, non è come sembra!

La dieta del gelato da seguire in estate, anche mentre siete in vacanza! Un pasto al giorno è a base di gelato (credevate davvero di poter mangiare gelato dalla colazione allo spuntino serale?), mentre negli altri si bilancia l’apporto nutrizionale con i giusti ingredienti!



Il gelato: l’alimento simbolo dell’estate, sostituto dei vari dolci peccaminosi invernali. C’è chi lo mangia solo d’estate e chi, invece, se lo concede tutto l’anno. Ma se fosse il protagonista di una dieta per perdere chili?

Una dieta dimagrante dalla durata di una settimana, con l’obiettivo di perdere dai 2 ai 5 kg in un mese.
La colazione, per tutti i 7 giorni, è composta da 125 grammi di yogurt magro con cereali, biscotti o fette biscottate con tè, o caffè a scelta. Sono previsti due spuntini giornalieri, uno a metà mattina e l’altro a metà pomeriggio. Un pasto al giorno o è sostituito dal gelato. I gusti sono a rotazione e cambiano nel corso della settimana, tenendo conto dei diversi valori nutrizionali. Gli altri pasti contribuiscono a riequilibrare la dieta con il corretto apporto di fibre, grassi vegetali essenziali e carboidrati, complessi che nel gelato sono presenti in minime quantità.

Vediamo due giorni esempio (e no, non potete prendervi un cono grande cioccolato e crema):

LUNEDÌ
– Pranzo: una coppetta con 3 palline di gelato fiordilatte accompagnata da 200 grammi di fragole
– Merenda: un centrifugato di verdura a scelta, the e caffè
– Cena: 150 grammi di filetto di pesce alla griglia (a scelta tra tonno, pesce spada o salmone) con 200 grammi di insalata fresca e 50 grammi di pane integrale

MARTEDÌ
– Pranzo: prosciutto e melone (250 grammi di melone e 60 grammi di prosciutto crudo sgrassato), 80 grammi di gelato alla frutta
– Merenda: un cono con due palline di gelato, una alla frutta una alle creme
– Cena: 150 grammi di arrosto di tacchino accompagnato da 200 grammi di fagiolini al vapore e 50 grammi di pane integrale