Il brevetto di Apple per un iPhone a libro

Il melafonino si rinnova!

L’iPhone si rinnova. Da quando la Apple l’ha lanciato sul mercato è stata una vera e propria rivoluzione. E non solo nel mondo della telefonia. L’iPhone ha letteralmente cambiato le nostre vite, le nostre esistenze, il nostro modo di comunicare e di condividere con amici, parenti, ma anche perfetti sconosciuti tutto quello che abbiamo voglia di condividere. Negli ultimi 10 anni sono state tante le rivoluzioni proposte dal melafonino, che adesso si prepara a rinnovarsi ancora. Facendo un passo indietro nel mondo dei telefonini: pronti all’arrivo di uno smartphone a libro?


Ebbene sì, la Apple sta lavorando alla possibilità di realizzare un nuovo iPhone, un dispositivo che sarà pieghevole. E non è l’unico marchio di tecnologia che ha in mente questa idea, dal momento che pare che il futuro sia già stato scritto nel passato. Vi ricordate i telefonini “con chiusura a libro” degli anni Novanta?

La casa di produzione Apple è al lavoro per poter realizzare un dispositivo che si possa chiudere, con un brevetto da depositare all’ufficio brevetti statunitense. Appleinsider, un sito che spesso ci parla delle anticipazioni del brand, ci dà qualche idea su come sarà il futuro degli smartphone. Quindi non solo del melafonino.

Il brevetto, in realtà, è stato inviato un paio di anni fa: sembrerebbe che lo schermo singolo flessibile permetterebbe di chiudere il dispositivo come se fosse un libro. La parte posteriore potrebbe avere una cerniera o essere realizzata con un materiale flessibile, in grado quindi di piegarsi in tutta sicurezza, senza ovviamente spezzarsi.

iPhone ha da tempo in mente un brevetto per un dispositivo tecnologico che sia flessibile e forse in futuro potremmo davvero utilizzare un melafonino di questo tipo. Si parla del 2020 come possibile data.

Intanto anche Samsung e Huawei vanno in questo senso: quindi il futuro degli smartphone è flessibile?