Alimenti ricchi di fibre

La dieta contro l'asma: questi alimenti ricchi di fibre riducono i processi antinfiammatori delle vie respiratorie.

Home > Lifestyle > Alimenti ricchi di fibre

La dieta contro l’asma: questi alimenti ricchi di fibre riducono i processi antinfiammatori delle vie respiratorie. La prevenzione contro l’asma è la fibra. Per ridurre l’infiammazione dei pomoni e per far sì che siano meno sensibili agli allergeni, c’è bisogno di migliorare il microbioma intestinale.

Tutto ciò può verificarsi grazie all’assunzione di fibre da parte del nostro organismo. La dimostrazione è stata data dall’Università di Losanna con a capo il Dr Benjamin Marsland, il quale ha affermato e verificato che l’assunzione di fibre riduce l’infiammazione polmonare.
Tutto ciò porta alla prevenzione di attacchi di asma.

L’assimilazione delle fibre necessarie per la prevenzione, sono presenti nella frutta e verdura passando per i cereali integrali.
La fibra, modificando la flora batterica, permette lo sviluppo di alcuni batteri intestinali i quali rilasciano grassi acidi a catena corta con proprietà antinfiammatorie. In uno studio applicato sui topi da laboratorio con i risultati collegati alle persone, si evince che gli acidi grassi inviano segnali al sistema immunitario, il quale di conseguenza aumenta la resistenza dei tessuti polmonari. Tutto ciò non avviene nelle persone che non consumano in modo considerevole fibre, essendo di conseguenza più soggette a malattie polmonari.

Dal punto di vista ambientale invece si è evidenziato che nel corso del tempo, essendo i cibi diventati più raffinati e quindi meno naturali, nelle nascite e nei bambini c’è più alta percentuale di malati polmonari e quindi di asma di quanti ce ne fossero stati in precedenza. Parlano quindi i dati, infatti nei paesi più industrializzati 1 bambino su 10 soffre già di asma. I migliori cibi nei quali si possono trovare fibre di questa tipologia sono diversi, ad esempio le banane, le mele cotte e l’uva per quanto riguarda la frutta. Ceci e lenticchie per quanto riguarda i legumi e asparagi e cipolle per le verdure. Non tralasciando inoltre i cereali, come l’avena, e i semi hanno un ruolo molto importante in questo processo, come i semi di lino o chia.