Cos’è il colore Bluetiful?

Avete mai sentito parlare del colore Bluetiful? È una nuova variante di blu, una tonalità davvero fantastica. Da qui il suo nome...

Home > Lifestyle > Cos’è il colore Bluetiful?

Bluetiful, ne avete mai sentito parlare? Il nome dovrebbe già suggerirci di che cosa stiamo parlando. Si tratta di un mix tra le parole inglesi “blue” e “beautiful“, che rispettivamente significano blu e bello. Eh sì, è una bella tonalità di blu, “scoperta” da poco. Ma che già affascina moltissime persone in giro per il mondo.

Bluetiful

Un concorso chiamato a trovare un nome a questo colore ha scelto proprio il termine Bluetiful, anche se ufficialmente si chiamerebbe Blu YinMin. La tonalità di blu è molto brillante, vitale, accesa ed è stato scoperto in occasione di uno studio che voleva analizzare le proprietà degli ossidi di manganese, dal team di ricerca del professore Mas Subramanian dell’Oregon State University.

Lo studio di qualche tempo fa, pubblicato dall’American Chemical Society, ha raccontato di questa scoperta, oltre che del colore che potrebbe far già impazzire le fashion addicted di tutto il mondo, quelle che non vedono l’ora di vedere le nuove tonalità Pantone dell’anno.

Il nuovo blu non è solo bellissimo, ma è anche decisamente puro, perché è privo di pigmenti bianchi e neri. L’ossido di manganese insieme all’ossido di ittrio bianco e all’ossido di indio-stagno giallo lo formano, dando vita a questa creazione meravigliosa. Una vera e propria struttura incantevole. Ed è scienza, non moda.

Bluetiful

Il professore che lo ha scoperto spiega che da tempi si cerca un blu perfetto, stabile, non pericoloso. Civiltà come quelle egiziane, cinesi, persino i Maya hanno cercato un colore come questo, che è uno dei primi pigmenti blu che si possono definire chimicamente stabili. E non cambiano tonalità con la luce.

È un blu a bassa tossicità, a differenza di altri blu come il cobalto, il blu oltremare, il blu di prussia. E scommettiamo che sarà la nuance più chiacchierata?