La seconda possibilità di Cameron

La seconda possibilità di Cameron. Questo ragazzo di 26 anni è stato il 40esimo nel mondo a subire un trapianto di viso dopo un incidente con un arma da fuoco

Home > Lifestyle > La seconda possibilità di Cameron

Cameron Underwood è un ragazzo di soli 26 anni ma che ha già alle spalle un passato molto burrascoso. Cameron era una promessa del golf, amava fare skydiving e giocare a football. Un incidente però ha distrutto per sempre i suoi sogni. Nel giugno 2016, Cameron si è autoinvito una ferita da arma da fuoco che ha gravemente danneggiato la sua faccia.

In quell’episodio Cameron ha rischiato seriamente di morire. Quel tragico giorno Cameron ha perso la maggior parte della mascella inferiore, i denti e il naso. La sua vista ha subito un calo drastico, e anche il linguaggio e le funzioni della bocca erano seriamente compromesse. Nonostante il tragico evento però Cameron ha lottato per la sua vita ed oggi è un ragazzo sano di 26 anni.

viso-deforme

Dal tragico evento i medici non potevano però rassegnarsi, volevano ridare una vita al giovane che prima dell’incidente era a dir poco bellissimo. 18 mesi dopo quindi, Cameron diventa il secondo destinatario di trapianto facciale del “Langone Salute” della New York University e circa il 40 esimo in tutto il mondo.

Cameron-volto

Cameron definisce questa operazione come “una seconda possibilità di vita”. Dopo il trapianto infatti, il giovane Californiano è tornato a giocare a golf e persino a fare escursioni con il paracadute.

cameron

“Mi sento come nuovo. Ogni volta che mi guardo allo specchio rivedo me stesso. Vedo i miei occhi e la mia faccia. Tutto è tornato come un tempo”.

seconda-possibilita

A dare l’input per l’intervento è stata proprio la mamma di Cameron, contattando subito l’ospedale che aveva provveduto alla pratica già una volta.  I medici hanno accolto la richiesta e qualche giorno dopo già hanno iniziato i test fisici e psicologici.

“La sua vita era in standby. Sembrava avesse subito una paralisi, il mio obiettivo era quello di farlo uscire di nuovo di casa” ha detto la Mamma

volto-devastato

Sei mesi dopo la richiesta purtroppo un giovane ragazzo di 23 anni ha perso la vita ed i suoi organi erano compatibili con le esigenze di Cameron.

L’intervento è durato 25 ore, i medici hanno ricostruito mandibola, denti, gengive, bocca, guance naso e palpebre. Le funzioni ghiandolari hanno ripreso pienamente a funzionare.

operazione

Cameron ha trascorso 37 giorni in ospedale ma ora è tornato a vivere e non sarà mai grato a questi medici per avergli donato una seconda possibilità.