La t-shirt compie 105 anni

E da allora sono i capi più amati.

La t-shirt compie 105 anni. Lo sapevate che questo capo di abbigliamento amatissimo a ogni età, versatile e glamour in ogni stagione è stato inventato nel lontano 1913? In realtà le origini delle t-shirt dovrebbero risalire alla fine dell’Ottocento, quando venne inventata come capo di abbigliamento intimo maschile. Ma si pensa che già gli Etruschi avessero un capo simile, che però era sempre e solo indossato sotto altri capi di abbigliamento. Dal 1913, però, la t-shirt si è presa il posto che non ha più lasciato, diventando un capo indossato da tutti quanti!


In quel periodo storico la maglietta a maniche corte di cotone usata dalle truppe europee viene scoperta dall’esercito americano, diventando un must have per quello che riguarda l’abbigliamento dei Marines. Comoda, pratica da lavare, utile sotto l’uniforme: era il capo perfetto per chi era impegnato in missione.

Ma perché questa maglietta di cotone a maniche corte è stata chiamata t-shirt? In realtà sul nome circolano moltissime teorie. Pare che tutto derivi dal fatto che la maglietta stessa abbia la forma di una T, da qui T-shirt, ma altri pensano che venisse all’inizio chiamata Training Shirt, perché usata negli allenamenti militari, poi abbreviata in T-Shirt.

Le star hanno sempre amato questo capo di abbigliamento: James Dean, Marlon Brando e Richard Gere hanno reso celebri le t-shirt in look iconici che ci ricordiamo ancora oggi. Ma ben presto anche le donne del mondo dello spettacolo hanno cominciato a capire le potenzialità di questo capo di abbigliamento. Oggi tutte le indossano.

La t-shirt si può indossare con  un paio di jeans, se è maxi con dei leggings, ma anche con i pantaloncini corti. E possiamo anche abbinarla ad outfit più eleganti.

Senza dimenticare che tramite le magliette a maniche corte possiamo inviare a tutto il mondo messaggi forti e chiari, come sta facendo la moda ultimamente per campagne sacrosante come quella in difesa dei diritti delle donne!