Scarlett Johansson transgender al cinema: le polemiche social e la replica

Ecco cosa ha risposto l'attrice.

Scarlett Johansson vestirà i panni di un transgender nel suo prossimo film. Ma a quanto pare sui social network non hanno preso bene questa notizia, dal momento che l’annuncio della scelta della bella attrice per vestire i panni di Dante Tex Gill nel film Rub & Tug non è piaciuto. Le riprese non sono ancora iniziate, non conosciamo ancora bene come si svilupperà la trama, eppure già si fa un gran parlare di questo film. A storcere il naso è proprio la comunità LGBTQ, che punta il dito sulla scelta di un’attrice donna che sarà travestita da uomo. Loro avrebbero voluto un attore effettivamente transessuale.


Il film sarà diretto da Rupert Sanders, che ha già diretto Scarlett Johansson in Ghost in the shell. La pellicola ci racconterà la vera storia did Jean Marie Gill, che negli anni Settanta aveva un ruolo molto attivo nella vita criminale di Pittsburgh, gestendo un salone di massaggi che in realtà era una copertura per portare avanti affari di mafia, riciclaggio e prostituzione.

Il personaggio di Jean Marie Gill divenne famoso per aver assunto un’identità maschile. E sul grande schermo sarà Scarlett Johansson a “vestirsi da uomo” per raccontare la sua storia. Ed è proprio questo il problema. Perché non scegliere un attore realmente transgender? Si riaccendono così le polemiche sulle minoranze di Hollywood ignorate.

Scarlett Johansonn ha però prontamente replicato: “Dite (a chi si lamenta) che possono chiedere ai rappresentanti di Jeffrey Tambor, Jared Leto e Felicity Huffman per un commento“. L’attrice fa riferimento ai colleghi protagonisti rispettivamente della serie Transparent, di Dallas Buyers Club e di Transamerica.

Jamie Clayton, star di “Sense8”, su Twitter ha aggiunto alla polemica: “Gli attori che sono trans non possono nemmeno ottenere delle audizioni per qualcosa che non siano ruoli da personaggi trans. Questo è il vero problema. Non possiamo nemmeno entrare nella stanza. Scegliete degli attori che sono trans per personaggi che non lo sono. Vi sfido“.

La sfida sarà accettata?